03 Marzo 2021

 

Sfilate virtuali? No, grazie

 

E' stata un'edizione interamente digitalizzata la settimana della moda appena conclusa a Milano. Sara' anche perfetto il risultato finale degli show trasmessi sulla piattaforma della Camera della Moda in cui si è riusciti ad apprezzare ogni dettaglio di un abito e dove le soluzioni cinematografiche e teatrali, scelte dai vari stilisti, sono state di forte impatto visivo. Ma quanto sono mancati l'istantaneita' dell'evento, il fruscio delle stoffe, il clic dei fotografi, l'applauso del pubblico e quella tensione palpabile che iniziava dal primo fino all'ultimo capo della collezione. Niente buyer, spettatori, giornalisti, solo pochi, anzi pochissimi fotografi che hanno permesso la diffusione delle immagini, tutte bellissime senza dubbio, ma troppo omologate, normali. Migliaia di foto, messe poi in circolazione, in cui non esistono piu' le infinite visioni soggettive della realta'. E così a questo giro di sfilate Autunno/Inverno 2020-21 sono venute meno la pluralità dei differenti punti di vista, la dialettica fotografica, la rappresentazione creativa del singolo autore, tutto cio' che e' in grado di attivare l'immaginazione e suscitare emozioni. La sfilata di moda è legata al racconto fotografico indissolubilmente, non puo' accontentarsi di immagini passive, deve narrare e coinvolgere. Alla moda non servono solo parole, ma immagini che facciano sognare.

 

 

29 Dicembre 2020

 

Argento vivo!

 

Come far brillare le feste di fine anno? Un tocco d'argento è quello che ci vuole per iniziare con brio il 2021. Con i pochi familiari presenti, o via chat, facciamo che sia un Capodanno di qualità, un'occasione da celebrare con abiti dai brillii più luccicanti che mai.

Risplendere quindi per non rimanere nelle tenebre augurando a tutti un futuro luminoso nell'incanto della realizzazione dei propri sogni.

 

 

 

27 Settembre 2020

 

              Milano Moda Donna P/E 2021                    Tra reale e virtuale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Così è stata questa edizione di sfilate a Milano. In questo momento senza precedenti la moda italiana tra distanziamento sociale, mascherine e rispetto di tutte le misure anti Covid non si è fermata, sperimentando così nuove soluzioni per una ripartenza in tutta sicurezza.

A simboleggiare questo dualismo ecco uno scatto dal Fashion Graduate con un abito di Alberto Cornolò che coglie la modella in passerella e la sua immagine proiettata sullo sfondo. 

Saranno tutte virtuali le future sfilate?

 

 

 

 

11 Luglio 2020

 

Fantastica Jo!

Portofino Fashion Night

 

La suggestiva piazzetta del piccolo borgo ligure ha fatto da location, sabato 11 luglio, alla prima sfilata reale post Covid. Organizzatrice e protagonista della serata una smagliante e scatenata Jo Squillo che, oltre a presentare capi di alcuni dei grandi nomi della moda italiana, ha intrattenuto il pubblico con balletti e canzoni. Sul palco sono intervenuti inoltre personaggi dello spettacolo e della cultura a testimonianza dell'impegno di Jo Squillo in favore delle donne.

E a terminare lo show, tra gli applausi del pubblico, la celeberrima  Siamo donne”, inno femminista scritto dalla cantante trenta anni fa, canzone ancora oggi molto amata e più attuale che mai.

 

15 Giugno 2020

 

Tendenze moda Primavera-Estate 2020

Spalle scoperte

Ombelico in vista

 

   Clicca sulle foto per scorrere le gallery

Gambe al vento

 

01 Maggio 2020

 

Era il 21 febbraio scorso e la Cina sembrava tanto lontana...

Ospite sfilata Iceberg

 

Un occhio curioso che, tra sfilate e backstage, comunica il sogno che c'è dietro lo sfavillante mondo della moda. Come fotografa prima, e come giornalista poi, da anni collaboro con un importante quotidiano italiano e racconto ciò che si cela oltre gli show attraverso le mie storie di scatti e parole.

In questo momento di crisi, proprio perché tutto non sarà più come prima, la moda continuerà a essere una favola per tanti? E soprattutto come evolverà il made in Italy?

Dopo anni di troppa accelerazione e continue collezioni il fashion system sta pensando a una radicale trasformazione di tutta la filiera. Gli stilisti auspicano un rallentamento per poter tornare a una nuova creatività, a dispetto delle veloci regole del marketing, con conseguente recupero di sartorialità e consumi consapevoli. Bisognerà tornare a dare valore a tutto ciò che si compra, l'effimero e lo spreco del fast fashion sono oramai démodé. Questo per il bene della moda e del Pianeta, recuperando così valori e sostenibilità, a scapito dell'insostenibile vorace consumismo di oggi. E gli stilisti finalmente torneranno a fare gli stilisti senza correre da una parte all'altra del mondo. L'Italia è il primo paese per produzione di capi di alta qualità, un patrimonio di piccole e medie industrie da salvare e con migliaia di posti di lavoro da tutelare. Ma non c'è solo un tessuto produttivo da proteggere, penso con preoccupazione al variegato " indotto” che gli ruota intorno. Aspiranti designer, giornalisti, cine - foto operatori, sarte, parrucchieri, truccatori, modelle, addetti uffici stampa e sicurezza, registi, tecnici del suono e delle luci, tutta questa grande macchina a servizio del bello riuscirà ancora a farci sognare attraverso la moda?

26 Aprile 2020

 

Alla corte di Re Moschino

Sfilano sulla passerella di Moschino pompose damigelle in stile Maria Antonietta

 

15 Aprile 2020

 

   Chanel: lo stile più iconico di sempre.       Una lunga storia d'amore e codici di moda

Sfilata Chanel P/E 2020

 

Non smette di trovare ispirazione e scovare tesori dai suoi storici archivi la maison Chanel. Dettagli di stile che si ritrovano ad ogni sfilata.

Mai la stessa, ma sempre identificabile, la silhouette dell'iconica casa di moda francese.

Per la prossima estate mise fluide e leggere, hot pants, colori vitaminici, attenzione al navy, accessori e bijoux a volontà.

 

25 Marzo 2020

 

Sensualità e caldi abbracci per il prossimo inverno Dolce&Gabbana

Tricot e intimo a vista alla sfilata Dolce&Gabbana

19 Marzo 2020

 

 

 

 

 

Ossimori di moda

by Ermanno Scervino

 

 

"L'armonia è nei contrasti" come suggerisce Ermanno Scervino con la sua collezione Autunno/Inverno 2020-21. Sfilano sulla passerella capi dal perfetto mix di contrapposizioni dove maschile e femminile, rigore e frivolezza confluiscono armoniosamente.

Ossimori di moda, dall'alta sartorialità tutta italiana, per donne che vogliono miscelare eccentricità e raffinatezza.  

Dalla sezione Moda di Corriere.it

Carnevale a Venezia, le maschere più belle e originali (ispirate all’amore)

Dal maglione «parlante» al classico tre pezzi: ecco come si vestirà l’uomo

Fashion Graduate Italia 2019

Cappelli per l'estate: grandi e preziosi

Foulard e doppia camicia: i trend delle sfilate uomo

La prossima estate domineranno i fiocchi

Gli abiti che non fanno rimpiangere l’estate

Stile gipsy: la tendenza gitana per l’estate

Stampa Stampa | Mappa del sito
I contenuti e le immagini di questo sito sono di esclusiva proprietà di flashfashion.it e coperti da diritto d'autore. Ogni uso illegittimo verrà perseguito. All rights reserved. Copyright © 2020 Laura Villani. Flashfashion's fonts by Yvette Yang